Navigazione - PUBLICA

Navigazione vocale e la dimensione del carattere

Ricerca

Navigazione principale

Obblighi di informazione

Se conoscete e rispettate i vostri obblighi di informazione aiutate PUBLICA a ridurre l'onere amministrativo. Al contempo, riducete il rischio di dover essere chiamati a operare indesiderate restituzioni o di subire ritardi nel versamento delle prestazioni.

Le esigenze delle varie amministrazioni statali sono note a tutti. Così, chi trasferisce il proprio domicilio si accorge spesso a distanza di mesi di aver dimenticato di comunicare il nuovo indirizzo ad almeno un servizio. Le spiacevoli conseguenze di queste dimenticanze non sono però sempre conosciute e in alcuni casi possono creare problemi. Infatti, per non fare che un esempio emblematico, chiunque incassa una prestazione di PUBLICA cui non ha diritto deve rimborsarla, di regola con gli interessi.

Le persone beneficiarie di rendite devono notificare, indicando il numero di sicurezza sociale (n. SS) e il nome dell'ex datore di lavoro, senza indugio e per scritto a PUBLICA quanto segue:

  • qualsiasi cambiamento dell'indirizzo del domicilio e di pagamento;
  • una copia della notificazione di partenza del controllo degli abitanti, se lasciate il domicilio in Svizzera oppure;
  • una copia della notificazione di arrivo, se il domicilio viene nuovamente trasferito in Svizzera;
  • ogni cambiamento che potrebbe influire sul diritto alle prestazioni (divorzio, matrimonio, morte del partner o di figli aventi diritto alla rendita, interruzione o termine della formazione dei figli a cui sono ancora state attribuite prestazioni dopo il 18° anno di età);
  • ogni revisione dell'Assicurazione federale per l'invalidità (inviare copia della decisione dell'AI federale);
  • diritti e ogni revisione di prestazioni dell'assicurazione militare (AM), di prestazioni dell'assicurazione contro gli infortuni (AINF) e di prestazioni di assicurazioni sociali svizzere o estere o di istituti di previdenza, rendite e indennità giornaliere dell'AVS/AI federale (allegare le copie delle decisioni);
  • ogni reddito del lavoro di persone che ricevono una rendita di invalidità o una rendita secondo l'articolo 43 degli Statuti della CPC («pensionamento amministrativo» prima del 1° giugno 2003). All'inizio dell'anno la persona beneficiaria di rendita deve trasmettere spontaneamente una copia del certificato di salario a PUBLICA.

Vi ringraziamo anticipatamente di una spedizione tempestiva dei relativi documenti. In caso di domande il nostro settore Rendite è a vostra disposizione.

Imposte alla fonte su rendite e prestazioni in capitale

Oltre ai datori di lavoro, anche le casse pensioni sono tenute a prelevare un'imposta (alla fonte) per determinate categorie di persone e a versarla alle rispettive autorità fiscali.

Obbligo dell'imposta alla fonte: un'imposta alla fonte è applicata alle persone beneficiarie di rendite che:

  • percepiscono la rendita del 2° pilastro risp. le persone che ricevono una prestazione in capitale del 2° pilastro;
  • ricevono la rendita da un istituto di assicurazione di diritto pubblico con sede nel Cantone di Berna in virtù di un precedente rapporto di lavoro di diritto pubblico;
  • al momento del versamento non hanno (più) un domicilio o una dimora fiscale in Svizzera. Determinante è la data in cui hanno annunciato la loro partenza dal precedente luogo di residenza.

Nota bene:

l'obbligo dell'imposta alla fonte sorge anche quando queste prestazioni sono versate su un conto svizzero.

Aliquota fiscale per le rendite:

l'imposta alla fonte per le rendite del 2° pilastro ammonta al 10% delle prestazioni lorde.

Prestazione in capitale:

l'imposta alla fonte deve essere prelevata sull'importo lordo della prestazione in capitale e a partire dal 1° gennaio 2015 ammonta:

per i primi CHF 25'000 7.00%
per i successivi CHF 25'000 7.20%
per i successivi CHF 25'000 7.55%
per i successivi CHF 25'000 7.90%
per i successivi CHF 25'000 8.25%
per i successivi CHF 25'000 9.00%
per i successivi CHF 750'000 9.60%

L'imposta alla fonte per le prestazioni in capitale superiori a CHF 900'000.– ammonta unitariamente al 9,30% dell'importo lordo.

Comunicare subito il nuovo domicilio. Come debitrice delle prestazioni soggette a imposte, PUBLICA risponde del pagamento dell'imposta alla fonte. Siamo pertanto tenuti per legge ad effettuare gli accertamenti necessari per la corretta riscossione dell'imposta. Per potere soddisfare tale obbligo PUBLICA verifica periodicamente i domicili delle persone beneficiarie di rendite. Se constatiamo che una persona beneficiaria di rendita ha trasferito il proprio domicilio all'estero senza averne informato PUBLICA, effettuiamo automaticamente una riduzione temporanea della rendita. In un caso del genere, la riduzione della rendita inizia non appena PUBLICA viene a conoscenza del trasferimento del domicilio all'estero della persona interessata. Inoltre vengono dedotti, da un lato, l'importo dell'imposta alla fonte dovuta dal trasferimento del domicilio all'estero fino alla presa di conoscenza e, dall'altro, l'importo ordinario dell'imposta alla fonte che viene di seguito dedotto mensilmente dal pagamento della rendita.

Nota bene: il mancato pagamento intenzionale o per negligenza dell'imposta alla fonte costituisce una sottrazione d'imposta. Pertanto, in caso di trasferimento all'estero o di cambiamento di indirizzo all'estero, dovete imperativamente comunicare per scritto a PUBLICA il nuovo domicilio entro 10 giorni dal trasloco con rispettiva conferma del Comune di domicilio.

Se abitate all'estero e non ci avete ancora notificato il vostro nuovo indirizzo, provvedete subito a comunicarcelo. Grazie!

Documento dell'Amministrazione delle contribuzioni del Canton Berna (disponibile in tedesco e francese)

Merkblatt zur Quellenbesteuerung von Vorsorgeleistungen aufgrund
eines Arbeitsverhältnisses mit einem öffentlich-rechtlichen Arbeitgeber (link esterno)

Notice sur l'imposition des prestations de prévoyance reposant sur un contrat de travail avec un employeur du secteur public (link esterno)

Avviso importante!