Navigazione - PUBLICA

Navigazione vocale e la dimensione del carattere

Ricerca

Navigazione principale

Pensionamento

Chi si avvicina al pensionamento deve affrontare numerose domande e prendere varie decisioni. Il presente promemoria fornisce le risposte alle domande più importanti in materia per quanto riguarda il 2° pilastro.

Rendita di vecchiaia

Le persone assicurate beneficiano di una rendita di vecchiaia a contare dal momento del loro pensionamento. Il pensionamento volontario è possibile al più presto a partire dal compimento del 60º anno di età. Se il datore di lavoro è d’accordo, il rapporto di lavoro può essere prolungato al più tardi fino al compimento del 70º anno di età. Anche i contributi versati nella cassa pensioni dalla persona assicurata e dal suo datore di lavoro dopo il 65º anno di età concorrono alla formazione della rendita. Il pensionamento parziale è possibile più volte.

La rendita annuale di vecchiaia è calcolata come segue: AdC x AdV = RV
AdV = avere di vecchiaia al momento del pensionamento
AdC = aliquota di conversione della corrispondente età di pensionamento
RV = rendita annuale di vecchiaia.

L’aliquota di conversione è calcolata con precisione mensile.

Età Aliquota di conversione
60 4,47%
61 4,58%
62 4,70%
63 uomini  4,83% / donne  4,90%
64 uomini  4,96% / donne  5,09%
65 5,09%
66 5,24%
67 5,40%
68 5,58%
69 5,76%
70 5,96%

Prelievo di capitale in luogo della rendita di vecchiaia

Al posto del versamento di una rendita mensile di vecchiaia è possibile un prelievo di capitale fino al 100%. Il prelievo di capitale deve essere richiesto per scritto a PUBLICA entro al più tardi tre mesi prima del pensionamento. Trovate l’apposito modulo nel promemoria «Versamento in capitale delle prestazioni di vecchiaia compresa la richiesta» (PDF, 165 KB). Per le persone assicurate coniugate, il prelievo di capitale presuppone il consenso scritto del coniuge tra-mite firma autenticata. Le medesime norme si applicano all’unione domestica registrata.
I riscatti effettuati durante i tre anni che precedono il pensionamento non possono essere prelevati sotto forma di capi-tale. Se è richiesta una prestazione in capitale prima dello scadere dei tre anni è probabile che non sia ammessa una deduzione fiscale per il riscatto in questione.

Rendita transitoria

Se andate in pensione prima dei 65 anni (uomini) o dei 64 anni (donne) potete richiedere una rendita transitoria. Essa è limitata nel tempo, fino al raggiungimento dell’età ordinaria dell’AVS. A seconda di quanto auspicato, la rendita transitoria corrisponde all’importo massimo della mezza rendita o della rendita intera AVS, ponderata in funzione del grado medio di occupazione notificato dal datore di lavoro. Le disposizioni del diritto del lavoro stabiliscono come viene ripartito il finanziamento della rendita transitoria tra il datore di lavoro e la persona assicurata. La persona assicurata finanzia come segue la propria quota:

  • per il tramite di una riduzione a vita immediata della rendita di vecchiaia; oppure
  • per il tramite di una riduzione a vita, a contare dal raggiungimento dell’età ordinaria AVS, della rendita di vecchiaia; oppure
  • mediante il riscatto, prima del pensionamento, della riduzione della rendita di vecchiaia.

Simulazioni

Calcolate in maniera approssimativa le vostre prestazioni di vecchiaia e il vostro avere di vecchiaia:

Simulazione Pensionamento - Link esterno

In caso di domande relative all'immissione dei dati nelle maschere nonché per la richiesta di calcoli vincolanti, rivolgetevi alla vostra persona di contatto indicando il vostro n. SS.

Avviso importante!