Navigazione - PUBLICA

Navigazione vocale e la dimensione del carattere

Navigazione principale

News

PUBLICA: performance annua del 4,2 percento per il 2020

Nel 2020 la Cassa pensioni della Confederazione PUBLICA ha realizzato con le sue due strategie di investimento un rendimento complessivo netto stimato (dopo tutti i costi e le imposte) del 4,2 percento (anno precedente: 9,0 percento) sull’intero patrimonio di investimento di oltre 42,1 miliardi di franchi svizzeri. A fronte del contesto caratterizzato dalla pandemia da COVID-19, che ha comportato bruschi saliscendi delle borse e ingenti interventi da parte delle banche centrali e dei governi, il 2020 si è rivelato un anno inaspettatamente soddisfacente.
La strategia di investimento ha registrato un rendimento globale netto del 4,2 percento (anno precedente: 9,2 percento) per le casse di previdenza aperte, mentre quella per le casse di previdenza chiuse ha conseguito una performance del 3,9 percento (anno precedente: 6,8 percento). Nel 2020 tutte le categorie di investimento principali hanno apportato un contributo positivo alla performance complessiva di PUBLICA, in primis le obbligazioni che con un rendimento del 3,0 percento hanno influito positivamente sul patrimonio complessivo consolidato di PUBLICA nella misura dell’1,8 percento (anno precedente: 2,9 percento).
 

Due diverse strategie di investimento per le casse di previdenza aperte e chiuse
Nell’esercizio in rassegna erano affiliate all’istituto collettore PUBLICA 13 casse di previdenza aperte e 7 chiuse. Le casse di previdenza aperte (con un patrimonio di investimento pari a oltre CHF 39 miliardi) sono composte sia da assicurati attivi che da beneficiari di rendita, mentre le casse di previdenza chiuse (con un patrimonio di investimento di oltre CHF 3 miliardi) comprendono esclusivamente beneficiari di rendita. Le casse di previdenza aperte si differenziano notevolmente da quelle chiuse in termini di struttura ed evoluzione attesa del loro effettivo di assicurati. Pertanto, per le casse di previdenza aperte PUBLICA persegue una strategia diversa da quella adottata per le casse di previdenza chiuse (cfr. grafico).

Performance del 2020
Nel 2020 su base valutaria coperta e a livello di patrimonio complessivo consolidato di tutte le casse di previdenza, PUBLICA ha realizzato un rendimento netto di investimento (dopo tutti i costi e le imposte) del 4,2 percento. Senza copertura valutaria la performance netta (consolidata per entrambe le strategie) sarebbe stata pari al 2,1 percento. In marzo quando l’OMS ha dichiarato la rapida diffusione del COVID-19 come pandemia, il prezzo del petrolio era già in caduta libera e il mondo intero rischiava la paralisi di tutte le attività. Le banche centrali hanno reagito rapidamente riducendo i tassi e acquistando titoli per centinaia di miliardi quali misure immediate. In seguito i mercati azionari si sono prontamente risollevati, consentendo di recuperare entro fine anno gran parte delle perdite. A fine 2020 la performance netta consolidata si è attestata soltanto dello 0,04 percento al di sotto del rendimento del benchmark di PUBLICA. Questo esiguo scarto negativo è riconducibile principalmente alle decisioni tattiche e di selezione, che nel complesso sono risultate persino positive (circa il +0,18 percento) per poi finire in terreno leggermente negativo solo dopo la deduzione dei costi di gestione patrimoniale pari a pressoché lo 0,22 percento.

Principali categorie d’investimento
Nel 2020 tutte le principali categorie di investimento hanno apportato un contributo positivo alla performance complessiva di PUBLICA. L’influsso maggiore è giunto dalle obbligazioni, che con un rendimento del 3,0 percento hanno inciso positivamente sul patrimonio complessivo consolidato di PUBLICA nella misura dell’1,8 percento. Nel comparto obbligazionario i titoli di Stato protetti contro l’inflazione di USA ed Europa hanno messo a segno il miglior rendimento con il 7,4 percento, seguiti dagli investimenti di capitale di terzi non quotati con il 7,3%, le obbligazioni governative della Gran Bretagna con il 7,1 percento e i titoli di Stato dei Paesi emergenti in USD con il 7,1 percento. Il peggior risultato è stato invece registrato dai titoli di Stato dei Paesi emergenti in valuta locale con il -3,2 percento. Le azioni hanno contribuito per l’1,5 percento alla performance complessiva consolidata, pari al 4,2 percento. Nell’anno in rassegna le sei aree geografiche principali hanno esibito risultati eterogenei: la migliore performance è giunta dalle azioni del Nord America, seguite da Paesi emergenti e Svizzera. In Giappone e nel Pacifico ex Giappone i rendimenti azionari si sono attestati a malapena in territorio positivo, mentre in Europa sono risultati leggermente negativi.

Nel complesso anche il risultato annuo degli immobili è stato favorevole: a fine 2020 gli immobili svizzeri detenuti direttamente (incl. rivalutazione) hanno reso il 5,3 percento, mentre i fondi immobiliari esteri (su base valutaria coperta) il -0,7 percento; ciò equivale a un contributo al rendimento complessivo dello 0,3 percento.

In un’ottica di diversificazione, PUBLICA investe una parte del patrimonio in metalli preziosi quali oro e argento. Nel 2020 la performance di questa categoria di investimento è stata di oltre il 15 percento, pari dunque a un apporto dello 0,4 percento al rendimento complessivo. 

Ulteriori cifre e informazioni saranno pubblicate nel rapporto annuale 2020 nella primavera 2021.

Per ulteriori informazioni:

Contatto: Beatrice Rychen, responsabile Comunicazione aziendale: uk@publica.ch; +41 58 485 21 11

21.01.2021

Ricerca per «»
voci trovate
Chiudi la ricerca

Avviso importante!